Whooping Cough Vaccine Efficacy?

[SaneVax:  Despite decades of vaccinations aimed at preventing whooping cough, there were more reported cases during 2012 in the United States than before the vaccine was invented. The CDC’s answer is more booster shots. Will this solve the problem, or further exacerbate the issue?]

Pertussis outbreak sparks debate over effectiveness of the vaccine

By Jennifer Cruz

Tdap: More boosters?

2012 was a record year for whooping cough cases. On Sunday, Jan. 6, ABC News 23 stated that approximately 42,000 cases of whooping cough, also known as pertussis, were reported last year. This has been the largest outbreak of pertussis since 1955. The sudden spike in the condition has left many unanswered questions about the disease itself and, more importantly, the effectiveness of the vaccine.

The pertussis vaccine is given in three separate doses at ages two, four and six months and boosters again at 15-18 months, 4-6 years, 10 years and again as an adult, for a total of at least seven doses. It is given in a shot containing the vaccines for diphtheria, tetanus, and pertussis, known as DTaP.

According to Dr. Anne Schuchat, director for the National Center for Immunization and Respiratory Diseases at the Center for Disease Control, stated that about half of the cases involved infants under the age of 3 months, but yet the first dose is given at two months. She then argues that the high number of cases in infants is due to the fact that at that young age the vaccine doesn’t yet work properly.

Read the entire article here.

Trackbacks

  1. […] Epidemie di pertosse nonostante la vaccinazione La natura ha delle sue regole. Come è stato ampiamente dimostrato per la meningite, capita che per alcune patologie, la vaccinazione verso un tipo di batterio o di virus faciliti l’aumentata presenza di un altro batterio simile ma non identico.Succede un po’ come se alcune malattie (per fortuna non tutte) avessero una loro situazione di equilibrio ecologico che le rende “necessarie”. Per la pertosse sta avvenendo qualcosa di inatteso. I bambini sono in gran parte vaccinati, anche perché si tratta di una vaccinazione che in Italia viene fatta quasi come se fosse obbligatoria (e non lo è…), insieme a quelle obbligatorie. Inoltre se per caso decidi di non farla sei guardato quasi come un criminale (il tutto è in parte legato al sospetto link tra questa vaccinazione e l’autismo, per il quale, l’assoluzione apparente sembrerebbe più di tipo politico giudiziario che scientifica).La pertosse ha sempre avuto cicli quinquennali di ricomparsa, ma con le prime vaccinazioni fatte ancora molti anni fa, gli effetti sono stati immediati e validi. La presenza di pertosse nella popolazione è scesa a livelli bassissimi. Eppure dal 1982 la presenza di pertosse negli USA sta crescendo di anno in anno, con picchi nel 2005 e nel 2010 che hanno avuto caratteristiche epidemiche rilevati. Ora un altro picco sta bersagliando gli USA nel 2012 e in questi giorni un articolo del New England Journal of Medicine ha sollevato la questione discutendone apertamente. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22894554Pensieri che nascono. Alcuni dicon oche questo è dovuto al fatto che a causa degli effetti collaterali si è passati da un vaccino più forte ad un vaccino più debole (il cosiddetto vaccino acellulare) e quindi l’efficacia è calata. Alcuni, sostengono che comunque le vaccinazioni “scadono” e che quindi sarebbe necessario continuare a rivaccinare bambini ed adulti per mantenere bassa la circolazione del virus. Altri dicono che la paura degli effetti legati all’autismo ha ridotto la diffusione del vaccino.Personalmente non ritengo che si debba cercare una sistematica vaccinazione e rivaccinazione di adulti e bambini. Credo che eventi di questo tipo obblighino ad una riflessione. Noi abbiamo avuto grandi successi dalla vaccinazione: Vaiolo, Poliomielite, Difterite e Tetano rappresentano delle conquiste importanti. Sul resto qualche perplessità residua rimane e epidemie come questa obbligano a riflessioni più profonde che non abbiano solo la volontà di vaccinare come scopo. http://eurosalus.com/salute-ambiente/epidemie-pertosse-nonostante-vaccinazione http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa1200850http://www.naturalnews.com/038797_whooping_cough_vaccination_outbreak.htmlhttp://sanevax.org/whooping-cough-vaccine-efficacy/http://www.pediatricnews.com/index.php?id=7810&tx_ttnews%5Btt_news%5D=143421&cHash=401f907a7d056b3e33bed149d60afd93&utm_medium=twitter&utm_source=twitterfeed https://www.facebook.com/groups/273779856034566/permalink/466293216783228/ LA PERICOLOSITÀ DELLA PERTOSSE IN ITALIA (dati epidemiologici) […]

Speak Your Mind

*

*